puzzle-rating-di-sostenibilita-esg-srg88088

Fonti e Metodo per la valutazione del Rating di Sostenibilità ESG - SRG 88088:20

Le fonti cui si fa riferimento nel processo di valutazione si distinguono in:

  • fonti esterne, rappresentate da informazioni pubbliche, dati di mercato, reputazione, riconoscimenti, ecc.
  • fonti interne, costituite da informazioni e documenti forniti dall’Organizzazione, bilancio sociale, certificazioni, processi e policy, interviste, ecc.

Il metodo di valutazione segue una metodologia propria ed univoca ed è riconducibile a due approcci perfettamente integrati tra loro:

  • un approccio quantitativo, che valuta la Sostenibilità delle performance dell’Organizzazione sulla base dei dati pubblicamente disponibili redatti secondo gli standard internazionali (Bilancio Economico, Bilancio Sociale, Standard GRI, Certificazioni UNI EN ISO ecc.)
  • un approccio qualitativo, che prevede la raccolta di dati e informazioni forniti dalle Organizzazioni valutate in base alle tre dimensioni ESG, ai Principi Etici e Sociali (PES) della SRG88088:20 (Social Responsibility and Governance) e dei 17 SDGs (Sustainable Development Goals) dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Standards GRI (Global Reporting Initiative)

Gli standard GRI permettono di seguire delle linee guida per creare i rendiconti della performance sostenibile o sociale.

Sono costituite da una struttura modulare e interdipendente per creare al meglio i report in ambito economico, sociale e ambientale.

Gli standard GRI rappresentano le migliori linee guida per il reporting dei rendiconti della performance sostenibile (detto anche Bilancio Sociale).

GRI-Standards_100

101 – Principi di rendicontazione

102 – Informativa generale

103 – Modalità di gestione

GRI-Standards_200

201 – Performance economiche

202 – Presenza sul mercato

203 – Impatti economici indiretti

204 – Pratiche di approvigionamento

205 – Anticorruzione

206 – Comportamento anticoncorrenziale

207 – Imposte

GRI-Standards_300

301 – Materiali

302 – Energia

303 – Acqua e scarichi idrici

304 – Biodiversità

305 – Emissioni 

306 – Scarichi idrici e rifiuti

307 – Compliance ambientale 

308 – Valutazione ambientale dei fornitori 

401 – Occupazione 

402 – Relazioni tra lavoratori e management

403 – Salute e sicurezza sul lavoro 

404 – Formazione e istruzione

405 – Diversità e pari opportunità

406 – Non discriminazione 

407 – Libertà di associazione e contrattazione               collettiva

408 – Lavoro minorile

409 – Lavoro forzato o obbligatorio 

410 – Pratiche per la sicurezza

411 – Diritti dei popoli indigeni

412 – Valutazione del rispetto dei diritti umani

413 – Comunità locali

414 – Valutazione sociale dei fornitori

415 – Politica pubblica

416 – Salute e sicurezza dei clienti

417 – Marketing ed etichettatura

418 – Privacy dei clienti

419 – Compliance socioeconomica 

SRG 88088:20

Social Responsibility and Governance

Principi Etici e Sociali:

  • Amministrazione responsabile
  • Conformità legislativa
  • Lavoro minorile
  • Remunerazione e welfare aziendale
  • Contrattazione e Libertà sindacale
  • Diritti umani e dei lavoratori
  • Parità e liceità dei trattamenti
  • Diritti del personale
  • Diversità e pari opportunità
  • Partecipazione e coinvolgimento
  • Salute e sicurezza sul lavoro
  • Salute e sicurezza dei clienti finali
  • Governance e Risk management
  • Qualità dei prodotti e dei servizi
  • Innovazione dei prodotti/servizi
  • Privacy e protezione dei dati dei clienti
  • Pratiche di approvvigionamento responsabili
  • Valorizzazione e sviluppo delle competenze
  • Ambiente (Generazione e gestione dei rifiuti, Consumi energetici, Utilizzo e gestione dell’acqua, Emissioni di gas a effetto serra)
  • Impatti socio-ambientali di prodotti e servizi
  • Marketing responsabile
  • Economia e performance economica
  • Etica ed integrità di business
  • Finanza
  • Agire lecitamente
  • Sostegni e donazioni
  • Pace e solidarietà
  • Business model e settori di riferimento
  • Meccanismi e gestione dei reclami
  • Sviluppo e coinvolgimento della comunità
  • Relazioni industriali

SDGs

Si tratta di un acronimo inglese che sta per Sustainable Development Goals (che potremmo tradurre come Obiettivi di Sviluppo Sostenibile) e si può dire che siano degli obiettivi più specifici rispetto ai più noti parametri ESG, possono essere visti come un loro ampliamento.
Nel settembre del 2015 i rappresentanti di 190 Paesi si sono riuniti alle Nazioni Unite per sottoscrivere un impegno comune nel raggiungimento di obiettivi ben definiti di sviluppo, benessere e protezione dell’ambiente.
E’ stato stilato un vero e proprio elenco in 17 punti da perseguire entro e oltre il 2030:

sdg-1
1. Porre fine a ogni forma di povertà nel mondo
sdg-2
2. Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile
sdg-3
3. Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età
sdg-4
4. Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti
sdg-5
5. Raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze
sdg-6
6. Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie
sdg-7
7. Assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni
sdg-8
8. Promuovere una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, la piena e produttiva occupazione e un lavoro dignitoso per tutti
sdg-9
9. Infrastrutture resistenti, industrializzazione sostenibile e innovazione
sdg-10
10. Ridurre le disuguaglianze
sdg-11
11. Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili
sdg-12
12. Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo
sdg-13
13. Promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere i cambiamenti climatici
sdg-14
14. Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile
15. Proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre
sdg-16
16. Pace, giustizia e istituzioni forti
sdg-17
17. Rafforzare i mezzi di attuazione degli obiettivi e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile

PROCESSO DI CERTIFICAZIONE

Inviare a

rating@italiaesg.it

Riceverai un piano per la Certificazione

 

Verrà nominato un team per l’Audit in sito

Attribuzione del Rating di Sostenibilità da parte del Comitato di Certificazione

Rilascio del Certificato con Rating di Sostenibilità ESG – SRG 88088:20